Post

Immagine
VIVERE E MORIRE A 90 GRADI
(Sintesi di Meritocrazia all'Italiana)
di Enrico Montermini


Si può vivere e morire a 90°? Evidentemente sì. Il giornalista Federico Fubini ha scritto che << l’Italia di oggi è un Paese pietrificato, dove la mobilità sociale è bloccata e i discendenti di chi in passato ha costruito grandi fortune sono ancora al vertice, mentre i pronipoti delle classi popolari di un tempo sono sempre fermi sui gradini più bassi. È quanto emerge da uno studio di due ricercatori della Banca d’Italia che, confrontando la Firenze attuale con quella quattrocentesca dei Medici, hanno fatto la clamorosa e desolante scoperta che le famiglie più ricche e quelle più povere sono rimaste le stesse di sei secoli e venti generazioni fa >>. La ragione di ciò risiede, a mio avviso, in fattori antropologici. Noi italiani siamo un popolo docile e rassegnato, individualista e al tempo stesso invidioso del talento altrui, paternalista e ipocrita, istintivamente ostile verso tutto c…
Immagine
Ho fatto strippare quelli dello Zoo di 105 in diretta! Ahahah!


Minuto 13:25 in avanti


http://www.105.net/audio/lo-zoo-di-105/121626/Mercoledi.html



Immagine
MERITOCRAZIA ALL'ITALIANA di Enrico Montermini



Molti anni fa un direttore di banca ormai sul punto di andare in pensione mi confessò: - Nella mia posizione io conosco la situazione finanziaria di chiunque. So esattamente quanti soldi ha Tizio e quanti ne hanno suo padre, suo fratello, sua moglie, suo figlio... Ti posso garantire una cosa: in Italia se qualcuno nasce povero, difficilmente muore ricco; e se nasce ricco, difficilmente muore povero. Si può morire un po' più ricchi o un po' più poveri di come si è nati, ma non più di tanto, credimi! Non posso descrivere il sorriso malizioso di quel vecchio bastardo! Mi secca ammetterlo, ma aveva ragione lui. Rispetto alla media dei Paesi più sviluppati, in Italia i titoli di studio e le capacità professionali dimostrate sono molto meno premianti di una lunga militanza in azienda. I giovani e le donne sono sistematicamente penalizzati nelle assunzioni e nella carriera. Le figure chiamate a svolgere lavori "creativi" - oss…

Nazismo esoterico. Enrico Montermini e Marco Enrico de Graya

Immagine
Immagine
LE DELIZIE DELLA DEMOCRAZIA LIBERALE
di Enrico Montermini

Che cos’è la democrazia liberale? Dieter Oberndörfer propone la seguente definizione:
"La democrazia liberale fonda il proprio sistema di valori sul cosmopolitismo. I diritti civili discendono dai diritti umani, validi per ogni popolo. L'etnicità non può decidere della concessione dei diritti civili. Solo uno Stato che accoglie i perseguitati, ammette l'immigrazione e integra gli immigrati è uno Stato costituzionale repubblicano. Dobbiamo abbandonare per sempre e totalmente l'aberrante concetto di comunità di popolo etnicamente e culturalmente omogenea. Se c'è un paese al mondo che non deve trasformarsi in nazione etnica è la Germania, che la storia ha additato quale terrifico antesignano delle odierne pulizie etniche." (Dieter Oberndörfer, in Franz Nuscheler, Internationale Migration, 1995).
Analizziamo queste affermazioni in modo scientifico. Democrazia deriva dalle parole greche demos, che significa pop…
Immagine
OLOCAUSTO OPPURE OLODOGMA?
L'amico Angelo Patrone mi pone una domanda intelligente: << ... a Norimberga è stata fissata la cifra dei 6 milioni in base ad un'iperbole tratta dalla tradizione ebraica. Ma perchè non ci è mai stata rivelata questa semplicissima ed innocua verità in tutti questi lunghi anni? E perchè chi mette in discussione la famosa cifra è stato perseguito penalmente e bollato come negazionista antisemita? >>. Leggi tutto
Risposta: La Storia insegna che ogni Nazione che si è posta a capo di un impero mondiale ha costruito un proprio mito fondatore. Il mito ha la funzione di coagulare intorno a sé la Nazione, che si riconosce in questa narrazione. Il mito ha anche la funzione di legittimare moralmente la leadership politica del popolo leader di fronte ai popoli soggetti. Come ogni mito, anche l'Olocausto si basa su fatti reali. Tuttavia è oggettivamente difficile distinguere i confini tra verità storica e mito. Soprattutto quando si parla di cifre.…
Immagine
QUESTA E' L'ITALIA!
di Enrico Montermini
Confesso di avere più paura di un postino che di un carabiniere. O di un bandito. Se mi ferma un carabiniere, che mai potrà farmi? Di sicuro non mi mette in prigione: io rispetto la Legge, non ho nulla da temere. Se mi ferma un bandito, ha ben poco da rubare: sono poveretto. E poi il bandito mica lo incontro tutti i giorni... Il postino invece passa ogni mattina e purtroppo non porta mai buone notizie: bollette, fatture, multe, solleciti di pagamento, letterine dell’Agenzia delle Entrate… Mai una gioia!
Quando vedo il postino, un brivido corre lungo la schiena... Vi pare possibile avere più paura di postino che di un bandito?
Questa è l’Italia. Noi, onesti cittadini… Noi, padri e madri di famiglia… Noi tutti siamo in balia di un pugno di politici corrotti, che ci impongono il pizzo come fanno mafiosi. A chi non paga, lo Stato sequestra la casa, il negozio, il capannone o la stalla. La chiamano “democrazia”…
Questa gente non ha più alcuna c…